Come fare una piattaforma e-learning con WordPress

Come fare una piattaforma e-learning con WordPress

In questo articolo ti mostro come realizzare una piattaforma e-learning grazie a WordPress. Al termine della lettura sarai in grado di ottenere un sito dove pubblicare video-corsi e vendere e-book. Usare WordPress ha l’enorme vantaggio del controllo: sarai tu a gestire i dati dei tuoi utenti, a stabilire il prezzo di vendita dei tuoi corsi, a sviluppare marketing efficace, a dare un’estetica che senti tua e che ti soddisfa in pieno.

Non è proprio un lavoro da principianti assoluti, ma con un po’ di pazienza e seguendo la mia guida passo dopo passo, potrai toglierti più di una soddisfazione. Lo spirito con cui approcciarti a questo lavoro è quello dell’esploratore audace, che ama trovare soluzioni e preferisce il fai-da-te alla minestra pronta. Se invece sei già esperto di WordPress, puoi comunque trovare utile le modalità di implementazione di una piattaforma LMS.

Fase Uno / La casa per la tua piattaforma e-elearning: l’hosting

L’hosting è lo spazio fisico sul quale risiederanno i dati del tuo sito. E’ importante che l’hosting sia di qualità, aggiornato e che abbia un servizio di supporto H24. Puoi sempre incontrare un problema e avere costante supporto può davvero toglierti le castagne dal fuoco.
Se vuoi iniziare in maniera gratuita, puoi visitare Altervista. Certo, se il tuo progetto dovesse crescere, e te lo auguro, avrai bisogno di servizi più potenti. Diciamo che per iniziare può andare bene.

Il servizio a cui ci affidiamo noi è Siteground (ovviamente è un link affiliato), un hosting consigliato dagli stessi creatori di WordPress e che fa girare milioni di siti. Per l’appunto, Siteground offre l’assistenza 24 ore su 24 ore e 7 giorni su 7. L’abbiamo provata e testata diverse volte, e hanno sempre (sempre!) risolto problemini, problemucci e problemoni. Una volta li ho contattati di domenica pomeriggio, poveri loro e povero io che stavo lavorando di domenica, e comunque sono stati professionali e hanno risolto l’inghippo. Ricordo che ho pure chiacchierato del più e del meno con il tecnico. Ebbene, non consiglierei mai qualcosa di cui non mi fido, ed è giusto sostenere con convinzione chi lavora bene, come i ragazzi di Siteground.

Abbiamo preparato Siteground Onboarding, un video corso che ti spiega passo-passo come impostare correttamente il tuo spazio hosting. Vai al corso.

Qualsiasi cosa tu abbia scelto, hai appena finito la fase uno della creazione della tua piattaforma e-learning con WordPress, la scelta dell’hosting. Se vuoi provare apri pure un account con Altervista. Se vuoi fare sul serio, parti con il piede giusto e apri senza pensarci un account con Siteground.

Fase due / Come installare WordPress nel tuo spazio hosting Siteground

Una volta effettuata la registrazione su Siteground, accedi al cPanel. E’ una voce che ti permette la gestione tecnica del tuo spazio web (che per ora non è ancora un sito WordPress, ma è semplicemente spazio libero, un hard-disk vuoto, la casa nella prateria senza la casa). A quel punto vai alla voce auto-installanti (vedi figura) e clicca WordPress.

software autoinstallanti
Siteground ti vizia. Puoi installare WordPress con pochi click.

In seguito si apre una schermata in cui dovrai inserire alcune informazioni. E’ arrivato il momento di decidere il nome della tua piattaforma e-learning. E’ importante che ti identifichi bene e soprattutto, è importante che sia comprensibile per i tuoi futuri studenti.

scegli nome e descrizione del sito
Non hai ancora scelto come si chiamerà la tua piattaforma e-learning? Questo è il momento giusto per togliersi da questo imbarazzo.

La parte difficile è finita, scegliere il nome di qualcosa è sempre la parte più difficile, lo so perchè ci sono passato per ogni mio progetto. Il nome veniva sempre alla fine. Dai, ora è tutta discesa, devi solo inserire il tuo nome, la tua mail e la password con cui accederai alla tua piattaforma e-learning:

credenziali da cui accederai
Scegli una password forte. Puoi fare copia/incolla da questa schermata e salvare la password.

Attenzione, per raggiungere il back-end di WordPress, inserisci nella barra degli indirizzi il tuo indirizzo web, a cui aggiungerai “wp-admin”. Ad esempio www.nomesito.it/wp-admin. Oppure puoi accedere dal tuo profilo su Siteground. Un ultimo passaggio ti permette, se vuoi, di auto-installare alcuni plugin. Ma tu non vuoi, tra poco capirai il perchè, perciò deseleziona tutto, forza. Lascia solo Easy Setup, così puoi prendere dimestichezza con il back-end di WordPress.

installa plugin di base
Un ultimo passaggio riguarda alcuni servizi di base che puoi installare contestualmente con l’installazione principale. Ti suggerisco di cliccare solo Starter.

Complimenti, hai appena completato la fase due del nostro progetto su come creare una piattaforma e-learning con WordPress. Ora arriva la parte più emozionante: lavorare sul tuo progetto di formazione vero e proprio.

Fase tre / Fermati un secondo, ora devi decidere come impostare la tua piattaforma di corsi online

Ci troviamo di fronte a una scelta complicata adesso. Impostare correttamente un LMS può spaventare anche un utente esperto, figuriamoci un principiante. Quindi ascoltami bene, perchè quello che sto per dirti è importante. Non è necessario, per vendere corsi online, avere a tutti i costi un plugin LMS installato. Puoi vendere anche senza installare questi plugin (se non sai cos’è un LMS, leggi il nostro glossario e-learning). Questo è il momento dove devi chiarirti le idee e scegliere come impostare la tua piattaforma e-learning.

Gli scenari che hai davanti sono questi. Li ho messi in ordine di difficoltà. Puoi preparare il tuo corso su una piattaforma esterna (vedi quali tipi di corsi puoi creare) e portare un costante flusso di visitatori grazie al tuo blog WordPress verso il tuo corso ospitato sulla piattaforma esterna. Oppure puoi salvare il tuo corso in un file .zip e vendere tutto il pacchetto tramite Woocommerce o simili. Infine, e se scegli questo prosegui nella lettura, puoi usare un plugin di gestione dei corsi online, come LearnPress, Learndash o LifterLMS, giusto per citare i più affermati.

Ci sono inoltre temi già preimpostati per realizzare una piattaforma e-learning completa. Useresti un tema e non un plugin come motore del tuo progetto. Voglio dire una cosa però su questa opzione. Ho usato Wplms per anni. E’ un tema potente e risulta il più venduto su Themeforest. Purtroppo però, più lo usavo e più c’erano problemi. Wplms è lento, complicato e pieno di bug. Ha bisogno di una marea di plugin per funzionare. Ad esempio usa Woocommerce per la vendita dei corsi. Ma quindi tanto vale andare direttamente alla fonte e installare da soli Woocommerce a quel punto. Per un principiante non mi sentirei di consigliarlo, detto molto francamente, e userei l’accoppiata base: un plugin per i corsi e un plugin per la monetizzazione.

Scarica gratuitamente il modello per delineare il tuo corso online

Fase 4 / Quale plugin LMS scegliere per realizzare un sito di video-corsi?

Learnpress – è un plugin gratuito, e ha un alto volume di installazioni, circa 50mila. E’ intuitivo da usare ed è consigliato per iniziare. Un suo punto di forza: è uno dei pochi che abbia nativamente la possibilità di vendere corsi tramite Woocommerce. Per cui se vuoi monetizzare subito le tue competenze, senza spendere una fortuna, sicuramente questo è il plugin più adatto. Abbiamo un articolo dove spieghiamo come procedere per creare un corso con Learnpress. Scarica Thimpress.

LifterLMS – è uno dei due big nel mercato, l’altro è Learndash. E’ un plugin usatissimo, anche da realtà piuttosto ingombranti, come università e larghi siti di formazione. La versione base è gratuita, ma non permette di vendere corsi. E quindi a cosa serve? Serve se ad esempio vuoi fare una piattaforma e-learning interna ad una organizzazione, come una scuola o una azienda. In questo scenario, LifterLMS andrà benissimo. Scarica LifterLMS.

Learndash – un plugin in circolazione da anni. Stabile, solido, veloce. E’ usato, come per il plugin precedente, da istituzioni e università. Permette di creare un LMS completo, ed è estremamente flessibile. Ha solo un difetto, è piuttosto costosetto. D’altronde come in tutte le cose, anche per questi software se vuoi la qualità devi essere pronto a pagarla. Lo usiamo anche noi per Formaly LMS, la nostra piattaforma e-learning e se accedi al nostro servizio, otterrai proprio Learndash a una frazione del suo prezzo. Visita il sito Learndash.

come creare una piattaforma elearning gratuitamente-min

COME CREARE UNA PIATTAFORMA ELEARNING GRATUITAMENTE

In questo report gratuito di 47 pagine abbiamo distillato il modo più semplice e veloce per iniziare a fare formazione online.

Fase 5 / Come monetizzare la tua piattaforma di video-corsi

Woocommerce aggiunge funzionalità interessanti alla tua piattaforma e-learning basata su WordPress. Puoi vendere i tuoi corsi, impostare dei coupon sconto, permettere di scaricare e-book, gestire IVA e finanze. Come sempre quando si tratta dell’ecosistema WordPress, ci sono diversi modi per fare la stessa cosa. Molti sono i plugin che permettono di vendere prodotti virtuali. Noi abbiamo scelto Woocommerce perchè è rilasciato dalla stessa realtà che gestisce WordPress, e questo assicura compatibilità massima tra i due sistemi. Per impostare la vendita di prodotti digitali, segui queste istruzioni.

inserire un prodotto scaricabile su woocommerce
Questa è la schermata che ti permette di impostare il prezzo del tuo prodotto digitale.

No panico. Seleziona prodotto semplice, e poi flagga virtuale e scaricabile (virtuale e non scaricabile potrebbe essere una consulenza via Skype, ad esempio, oppure una lezione privata online). Bene, poi imposta il prezzo di vendita del tuo infoprodotto. A questo punto, se hai installato i plugin LMS, puoi selezionare corso, altrimenti indica a Woocommerce il percorso del tuo file zip, all’interno del quale avrai avuto cura di riporre tutto il tuo sapere.

Nota bene: il limite di download ti permette di controllare quante volte può essere scaricato il tuo file. Il tuo cliente si troverà il link di download via mail e nella sua area personale Woocommerce. Fai attenzione a dare una scadenza congrua ma limitata ai link che vendi. Questo protegge i tuoi file, altrimenti uno potrebbe dare via il link ai tuoi file e un utente terzo potrebbe accedervi senza pagare. Dopo il termine di validità, il link verrà annullato automaticamente da Woocommerce.

Fase 6 / Come attribuire varianti di prezzo ad un prodotto con Woocommerce e migliorare la tua strategia di marketing

Trovo sempre molto interessanti le possibilità offerte dai vari plugin per creare un sistema personalizzato che risponda alle esigenze di ognuno. Nel caso di Woocommerce, puoi gestire per ogni prodotto che vendi delle variabili, che migliorano sicuramente il processo di vendita e la monetizzazione in automatico.

Supponiamo che tu abbia creato il tuo primo corso. Ora arriva la parte tecnica e bisogna metterlo in vendita. Potresti assegnare un prezzo al tuo corso e cominciare subito a ricevere i pagamenti (vedi fase 5), oppure creare 2 o 3 fasce di prezzo per lo stesso prodotto, offrendo servizi aggiuntivi a pagamento. Ad esempio, potresti offrire il video corso semplice, oppure, per chi lo volesse, offrire un servizio di coaching personalizzato, aumentando il prezzo del prodotto. Le potenzialità e la creatività di questi processi sono quasi infinite.

impostare gli attributi
Scegli gli attributi che vuoi dare ai tuoi studenti. Nel dubbio guarda l’immagine.

Nell’esempio in figura, ho inserito 3 attributi di un prodotto. Assicurati innanzitutto che la voce in alto reciti prodotto variabile. In seguito, puoi scegliere quali attributi personalizzati inserire nella scheda prodotto che i tuoi utenti potranno in seguito acquistare.

impostare le variazioni con wooocommerce
Ora tra le variabili si ripresenta la stessa schermata di prima, dove dovrai impostare i parametri correttamente.

Apri la tab variazioni, e lì ti ritroverai gli attributi che hai creato prima (vedi immagine precedente). Sembra un po’ complicato, ma dopo aver sperimentato un pochino la cosa ti apparirà molto logica. Per ogni variante, infatti, puoi attribuire le modalità di vendita e i prezzi. Nel nostro esempio, il corso semplice avrà un prezzo accessibile a tutti, mentre i servizi premium come l’accesso al gruppo Facebook privato o il coaching personale avranno prezzi più alti. E questa è sempre un’ottima strategia: i tuoi utenti potranno scegliere cosa comprare e tu guadagnerai di più dai servizi premium.

La flessibilità di impostare prezzi, di scegliere come monetizzare, di adottare strategie di marketing personalizzate mi porta sempre a consigliare una piattaforma fatta con WordPress. Altri strumenti sono magari più facili all’inizio (che poi non è neanche detto), ma ti limitano con il procedere della tua avventura formativa a un binario scelto da altri, e non da te.

Fase 7 / Porta traffico sulla tua pagina prodotto e goditi le vendite automatizzate

Hai impostato la tua piattaforma e sei giunto alla fine. A proposito, hai fatto dei test per vedere se tutto funziona a dovere? Bene, ora non ti resta che portare traffico verso il tuo sito, attraverso la scrittura di articoli interessanti, la presenza su social e forum del tuo settore, o anche l’investimento in pubblicità.

Fonti e ulteriori letture su come creare una piattaforma e-learning con WordPress

Se vuoi approfondire l’argomento, ho selezionato alcuni articoli particolarmente convincenti.

Conclusione

In questo articolo ti ho mostrato come realizzare una piattaforma LMS per erogare corsi online grazie a Wordpress. Ho dato un taglio piuttosto personale alla questione. Come dire, questa piattaforma è stata progettata così. Non è perfetta e non è l’unico modo per fare una cosa.

Ed è questo il bello. Puoi partire da questo articolo per impostare le basi della tua piattaforma di formazione a distanza. In seguito, potrai fare modifiche al tuo progetto iniziale con cognizione di causa, quando ti sarai fatto un po’ le ossa sul campo. La soluzione che ti ho appena presentato ha l’indiscutibile vantaggio di funzionare da subito e al tempo stesso di essere molto aperta. Se hai altre soluzioni ne possiamo parlare nello spazio commenti.

ESPERTI ELEARNING

Abbiamo preparato contenuti riservati per i nostri iscritti. Ti viziamo con strategie innovative sulla formazione e teorie audaci sul digitale. Ti aspettiamo dentro.

Diventa un esperto elearning con la nostra newsletter.

Leonardo Bugada

Di giorno sono un docente di storia e filosofia. Di notte mi occupo di e-learning, corsi online e marketing. Il mio chiodo fisso, ormai da anni, è quello di far emergere il meglio delle persone tramite la formazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu